martedì 30 agosto 2011

TATI'S LOVERS / sweet words / 1981

TATI'S LOVERS - sweet words / falling leaves (7'' single 1981 TATI'S production Tati 001)
questa è un po una rarità da Bologna, riaggiornerò il post con tutte le informazioni su questo progetto che coinvolge anche componenti del Great Complotto nella produzione...7pollici con la copertina di cartone a forma di busta, l'idea era che si potesse appendere come un prodotto da supermarket...
la musica è post-punk/wave un po sperimentale in vena quasi Tuxedomoon con fiati vari, pianoforti e cura per il suono..
-----------------------------------------------------------------
I Tati's Lovers si formano intorno al 1981, quando Tatianne (Anna Piva), torna da, prima Pordenone e poi Londra , nel capoluogo emiliano Bologna, con l'intenzione di formare un gruppo. Tatianne, al basso e voce, a Bologna chiama con lei, Vladimiro Pelliciardi (sassofono) e altri musicisti per registrare un disco negli studi Harpo's Bazar e con sound engineer un certo Oderso(tra gli altri membri Francesco Garau [drums, poi nei Surprize], Conte Ranieri [guitar], Holli Twist [piano] e Vincent Roland [drums]). Sembra che nel disco (produzione e art concept) ci sia lo zampino di certi complottisti, Willy Gibson e Mario Brunetta. Dopo alcuni concerti a Bologna e in giro per l'Italia (tra cui al Tenax nel marzo 1982, Extraordinaria febbraio 1983), Tatianne se ne torna a Londra mettendo la parola fine al progetto Tati's Lovers e iniziando una nuova avventura nella scena techno sperimentale e multimediale...

click here

lunedì 29 agosto 2011

A SPECIAL NIGHT / the big noise and the long silence / 1986

A SPECIAL NIGHT - the big noise and the long silence (12'' ep 4-tracks 1986 CAVE CANEM spr CC 003)
A1-winter song, A2-to find and find
B1-kill my love, B2-the dark
members: Federica Frattini, Michelangelo Dal Conte, Paolo Fabretti, Quirino Prosperi, Roberto Malatesta

Dopo il 002 della Cave Canem ecco il 003. Post-punk con voce femminile...non ho molto tempo per scrivere ora...intanto ascoltate...merita davvero
click here